Gioel contro le allergie: la storia di Jacopo

Gioel contro le allergie: la storia di Jacopo

Jacopo inizia ad accusare episodi di broncospasmo già nel primo anno di vita e la situazione peggiora a tal punto che il pediatra e l’allergologo decidono per il ricovero di Jacopo all’ospedale di Padova.

La diagnosi fu immediata: reflusso gastroesofageo in soggetto con allergia agli acari, disperso giallo (colorante) e nichel.jacopo

Per i suoi primi 10 anni Jacopo continuò a sopportare i frequenti episodi di broncospasmo, con difficoltà facilmente immaginabili per chiunque; gli furono prescritte continue assunzioni di cortisonici e antistaminici e, verso gli 8 anni, cominciò a soffrire anche di rinocongiuntivite allergica.
Nemmeno i vaccini desensibilizzanti ebbero effetto su Jacopo.
Era un caso veramente difficile.

Jacopo, quando si svegliava al mattino, faceva dai 30 ai 40 starnuti prima di andare a scuola, aveva gli occhi gonfi, tutte le notti si svegliava una o due volte ed aveva la tipica linea rossa sul naso, presente nei bimbi che soffrono di rinite allergica.

Tutto questo prima di incontrare Gioel ed iniziare un periodo di prova di 30 giorni utilizzando il sistema di lavaggio dell’aria e di pulizia profonda con il sistema di aspirazione e vapore Gioel.
L’8 aprile 2009 Gioel S.p.A. ha fornito il suo sistema di pulizia e sanificazione Gioel a Jacopo.
Fin dal primo giorno, con l’aiuto di due consulenti, si è provveduto alla igienizzazione della camera da letto di Jacopo, ed è stato spiegato alla mamma di Jacopo come usare correttamente il sistema Gioel per il lavaggio dell’aria, l’utilizzo dell’aspirazione con filtro ad acqua e l’uso del vapore igienizzante.

Tutti gli altri sistemi di pulizia adottati in precedenza dalla famiglia di Jacopo – scope, stracci, detersivi di vario genere e aspirapolvere a sacchetto – furono sigillati in modo che non venissero usati durante i 30 giorni del periodo di prova.

La mamma di Jacopo tutte le sere lavava l’aria della sua stanza, tutti i giorni aspirava il pavimento e i mobili, aspirava il materasso al cambio delle lenzuola e utilizzava il vapore ogni 10 giorni circa.
Jacopo, già dalla prima notte riposò meglio e durante tutto il mese di prova ottenne evidente solievo; riusciva a dormire con continuità tutta la notte senza bruschi risvegli dovuti ad attacchi di broncospasmo, al mattino faceva solo 3/4 starnuti e dopo una ventina di giorni era sparita anche la linea rosa sul naso.
Dopo il mese di prova con il Sistema Gioel, a nostra insaputa, la mamma ha voluto provare per 3 giorni l’aspirapolvere a sacchetto e Jacopo è subito peggiorato.

Durante l’estate Jacopo e la sua famiglia sono andati al mare e la mamma ha continuato a lavare l’aria e ad utilizzare Gioel come aspirapolvere per pulire gli ambienti e Jacopo è stato bene. Nel mese di agosto sono andati in montagna, sempre accompagnati dal Sistema Gioel, ed anche in quella occasione Jacopo è stato bene. 

Al loro ritorno a casa dopo la vacanza in montagna durata diversi giorni, Jacopo ebbe una piccola ricaduta. Le stanze di casa erano rimaste chiuse per parecchio tempo e quindi è stato necessario sanificare e igienizzare gli ambienti per risolvere immediatamente il fastidio accusato da Jacopo, che subito dopo la pulizia profonda dell’aria e della casa si è completamente rimesso.

Molti consulenti Gioel hanno tra i loro Clienti persone soggette a vari tipi di allergie; molte di queste persone, grazie al sistema di pulizia e sanificazione Gioel, hanno risolto gran parte dei loro problemi.

Jacopo rappresenta però il primo caso seguito attentamente anche da un medico, il quale ha potuto verificare il miglioramento di Jacopo nel corso della prova con Gioel e nel periodo successivo.

Jacopo ha partecipato alla Convention Nazionale Gioel che si è svolta a Garda, all’Hotel Poiano, il 14 giugno 2009, insieme alla sua famiglia. Nella foto è presente il Presidente Gioel Elio Svaldi e il responsabile della Divisione Sanità dott. Carlo Spessato.

DAL 3 AL 21 AGOSTO GLI ORDINI SULLO SHOP ON LINE NON SARANNO EVASI CAUSA CHIUSURA AZIENDALE