I rischi del lavaggio a secco

I rischi del lavaggio a secco

Dopo aver raccolto i vestiti dalla lavanderia a secco l’altro giorno, ho notato di aver portato a casa quell’odore molto, molto estraneo e distintamente chimico del lavasecco. L’odore è così unico e intimidatorio che si sa che non deve essere inalato.lavasecco

Ho estratto i miei vestiti dal (sempre eccessivo) involucro di plastica e li ho lasciati un po’ all’aria.

Che cosa è il Perc?

È emerso che il Perc è molto probabilmente quell’odore tossico che tutti riconosciamo. Il Perc, abbreviazione di percloroetilene, è (per gentile concessione del Nih, Istituto Nazionale della Salute) un liquido incolore, non infiammabile con un odore dolce simile all’etere. È chiamato anche percloroetilene, tetracloroetilene, PCE o Perc.

Come potrei essere esposto al Perc?

Si può essere esposti al percloroetilene se si puliscono a secco i vestiti, rilasciando piccole quantità di percloroetilene nell’aria dopo che sono puliti a secco o se si utilizza una lavanderia a gettoni che contiene macchine per la pulizia a secco. Si può anche esserne esposti se si utilizzano prodotti contenenti percloroetilene, quali solventi, adesivi, smacchiatori, liquido correttore per macchina da scrivere, lucido da scarpe e prodotti per la pulizia del legno. Chi lavora in un lavaggio a secco, nello sgrassaggio dei metalli, nella produzione chimica, nei rivestimenti in gomma o in un impianto tessile è esposto al rischio più elevato.

Come può il Perc danneggiare la mia salute?

L’esposizione di breve durata ad alti livelli di percloroetilene può influenzare il sistema nervoso centrale e causare perdita di coscienza e morte. Il percloroetilene è elencato come una sostanza «ragionevolmente considerabile cancerogena per l’uomo» nella Dodicesima relazione sulle sostanze cancerogene pubblicata dal National Toxicology Program, in quanto l’esposizione a lungo termine al percloroetilene può causare la leucemia e il cancro della pelle, del colon, del polmone, della laringe, della vescica e del tratto urogenitale.

L’esposizione a lungo termine può anche danneggiare il sistema nervoso centrale, il fegato e i reni, ma può anche causare insufficienza respiratoria, perdita di memoria, confusione e pelle secca e screpolata. In caso di gravidanza, l’esposizione a lungo termine al percloroetilene può danneggiare un feto in via di sviluppo.

L’esposizione di breve durata ad alti livelli di percloroetilene può causare accumulo di liquido nei polmoni, irritazione degli occhi e delle vie respiratorie, grave mancanza di respiro, sudorazione, nausea, vomito, cefalea, vertigini, sonnolenza, confusione, difficoltà a parlare e a camminare e una sensazione di testa vuota.

L’esposizione a breve termine a bassi livelli di percloroetilene può causare sonnolenza, ubriachezza e occhi, naso, bocca, gola e vie respiratorie irritati. Il contatto diretto con il liquido o il vapore di percloroetilene può irritare e bruciare la pelle, gli occhi e la gola.

Accidenti! Che cosa è questa roba? Con un accertato 85 per cento di tintoria che lo utilizzano, è importante cercare un’alternativa. Eccetto il non lavare i vestiti a secco, che cosa può fare il consumatore medio per evitare l’esposizione a quello che sembra essere un composto molto instabile?

C’è un metodo alternativo: usare il sistema stiro Zedì.

Con Zedì possiamo igienizzare e pulire i nostri capi prima di riporli nell’armadio, grazie alla potenza del vapore del ferro da stiro unita alle funzioni dell’asse: piano riscaldato, soffiante e aspirante.
Grazie agli accessori Brush (Spazzola vapore) e Dress-Fit (pistola vapore) possiamo rigenerare e smacchiare tutti i nostri capi.
La caldaia, oltre ad essere a ricarica continua, è estraibile, quindi la possiamo utilizzare ovunque ci serva, anche per igienizzare coperte e piumoni.

Zedì: un sistema stiro innovativo.

L’asse da stiro del sistema Zedì è regolabile in altezza al centimetro; ti consente di stirare in verticale, molto comodo per rinfrescare una giacca ad esempio.
Grazie al vapore del ferro e alla funzione aspirante dell’asse, toglie cattivi odori dai tessuti, toglie tracce di detersivo, rigenerare capi di lana infeltriti.
Con l’accessorio Dress-fit si possono smacchiare i tessuti, con il Brush si possono togliere anche i pelucchi, è ottimo per passare cappotti, giacche, ma anche divani, coperte, ecc.

Zedì ti fa risparmiare

Zedì è un risparmio che continua nel tempo.
Oltre a risparmiare il costo della Pulitura a secco, che non è poco, con il sistema stiro Gioel puoi risparmiare anche il costo dell’ammorbidiente, dannoso per l’ambiente e per la nostra pelle, e anche quello dell’appretto.

Per vedere all’opera questo straordinario sistema stiro contatta il Numero Verde 800-243608 oppure scrivi a servizioclienti@gioel.com

Articolo in inglese: Is Dry Cleaning Bad for Your Health?

DAL 3 AL 21 AGOSTO GLI ORDINI SULLO SHOP ON LINE NON SARANNO EVASI CAUSA CHIUSURA AZIENDALE